martedì 7 luglio 2015

Libri all'indice....corriamo a leggerli!

Quando ho letto la notizia non ci potevo credere.

Sinceramente ho pensato a una delle tante bufale che girano su facebook e che uno condivide e fa circolare per inesperienza, o ingenuità.

Invece purtroppo no, e' tutto vero.

Il sindaco di Venezia ha recentemente fatto pervenire ai nidi e alle materne (e alle biblioteche che coprono quella fascia di eta') un elenco di 49 libri da bandire.

Ora...gia' e' gravissimo che non si sia imparato nulla dalla storia e che si ricaschi in cose agghiaccianti come il bruciare o mettere all'indice dei libri ma...di cosa parlano questi libri terribili ?

Dopo aver letto i 49 titoli ( e averci trovato in mezzo molti dei libri che abbiamo in casa, perche piccoli capolavori) si puo' facilmente fare un riassunto dei temi trattati...

Adozione, bullismo, handicap, amicizia, famiglie allargate o non convenzionali, lotta ai pregiudizi, alle discriminazioni, all'idea che uno sia diverso da noi per il colore della pelle o altre idiozie.



Temi magari complicati che questi libri affrontano con semplicita', delicatezza e amore verso il bimbo che legge.

Qualche esempio ? 
Piccolo blu e piccolo giallo e' una delicata storia di amicizia, 2 amici che piu amici non si puo' che si vogliono talmente bene che nell'abbracciarsi...diventano verde. Delle loro famiglie che non capiscono e della forza dell'amizia ( o dell'amore, e' lo stesso) che permette ai 2 di far capire alle rispettive famiglie cosa e' successo e di vivere tutti felici e sereni. 

Pezzettino e' un viaggio alla ricerca di se stessi  e della propria identita', unica e diversa da tutte le altre e per questo meravigliosa.

Ninna nanna per una pecorella parla di una pecorella che una sera insegue una stellina e si perde, finisce tra un branco di lupi ma mamma lupo decide di prendersi cura di lei, allevandola assieme ai suoi cuccioli

Il pentolino di Antonino parla di un bimbo con una disabilita' o una difficolta' non identificata nel dettaglio. Insomma lui per stare al passo degli altri deve fare piu' fatica. Gli altri vedono che e' diverso. Allora lui per integrarsi finge. Finge di non esistere o di essere pestifero...insomma si adatta allo stereotipo e alla nomea che gli hanno affibbiato. Poi incontra una persona che lo accetta per come e', che lo sprona, che lo aiuta non facendo altro se non ascoltarlo e accoglierlo. E tutto cambia.

Il segreto di Lu, storia di un lupetto che frequenta una classe di porcellini e che per questo e' additato come "il diverso" 

Orecchie di farfalla, storia di una bimba presa in giro perche diversa, perche la le orecchie a sventola. Un inno alla diversita' e all'accettazione dell'altro.

Etc etc etc

Praticamente dovremmo ringraziare il sindaco, che ci ha fornito una lista di "49 imperdibili"

Personalmente ne ho molti, altri non li conoscevo e sto provvedendo a colmare le lacune.

Spero davvero che la cosa si risolva al piu presto e che si torni indietro su questa folle decisione.

I libri sono di tutti e tutti hanno il diritto di leggerli. Soprattutto i bambini, e' meraviglioso che gia' da piccoli amino la lettura e i mondi che i libri possono spalancare
Se poi questi meravigliosi supporti possono aiutare una maestra o un genitore in difficolta' a spiegare ai piccoli il perche di un problema, di una presa in giro, di una visione differente del mondo...per fortuna che ci sono!

E per chiudere mi chiedo: questa persona li ha almeno mai aperti, i libri contro cui si e' scagliato ?!?!?

Qui la lista dei libri e qui un gruppo fb che cerca di andare in soccorso di questi e altri libri, minacciati dalla stupidita' umana

lei (al supermercato)che ovunque andiamo cerca l'angolo dei libri e si accomoda interessata ed estasiata





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...